Halloween è alle porte: 6 film horror per passare una notte da brivido

Chi mi conosce spesso rimane spiazzato quando racconto la mia passione per i film horror. Sono una persona molto fifona, poco intraprendente e abbastanza timida, non il prototipo esatto di amante dei film dell’orrore.

Mi ricordo ancora la faccia stralunata di alcuni miei amici dopo avergli detto che non solo avevo visto The Human Centipede 1, ma mi ero guardata anche il secondo film della serie.

Perciò, essendo ormai una veterana in questo campo, voglio consigliarvi sei film horror per il mese più spaventoso dell’anno. Cercherò di spaziare il più possibile, così da averne un po’ per tutti i gusti.

IL RITO (2011)

rito

Per cominciare, partiamo con il tema classico di moltissimi film dell’orrore: gli esorcismi. Questo, a mio parere, è uno dei migliori in circolazione (se omettiamo L’Esorcista, capolavoro degli anni ’70):

Diretto da Mikael Håfström, il film narra la storia del giovane Michael Kovak, che, per sfuggire al lavoro di famiglia come impresario funebre entra in seminario, senza però una vera e propria vocazione. Dopo quattro anni, alla vigilia dell’ordinazione a sacerdote, Michael vorrebbe lasciare a causa della mancanza di fede. Un gesto da parte di una donna però lo aprirà a un mondo completamente nuovo. Michael decide di partecipare ad un corso di esorcismo a Roma, nell’ambito di un nuovo programma del Vaticano. Nonostante lo scetticismo, verrà indirizzato all’esperto esorcista Padre Lucas, che gli farà fortemente vacillare tutte le proprie convinzioni.

Ciò che mi è piaciuto di più di questo film? L’interpretazione di Anthony Hopkins come Padre Lucas. Si tratta di uno dei miei attori preferiti e in questo ruolo per me è stato bravissimo, come per Il Silenzio degli Innocenti. Che dire, i personaggi macabri gli si addicono non poco!

THE STRANGERS (2009)

thestrangers

Passiamo ad un film che non ha nulla di soprannaturale, così da accontentare anche chi ama delle storie con terrore tangibile. The Strangers è uno di quelli che nel corso del tempo mi ha colpita di più e mi ha fatto controllare di aver chiuso porte e finestre per ben tre volte di fila.

Il regista Bryan Bertino porta sullo schermo la sfortunata storia di James e Kristen, una coppia che decide di fermarsi per la notte nella casa disabitata dei genitori di lui dopo una festa di matrimonio. Tra i due si capisce subito che le cose non funzionano, soprattutto dopo il no ricevuto da Kristen alla richiesta di James di sposarlo. Nel bel mezzo della notte però, qualcosa smuove la loro quotidianità: una ragazza bussa alla porta di casa chiedendo notizie di una certa Tamara. È solo l’inizio. Ben presto la coppia si ritroverà alle prese con tre sconosciuti mascherati con un solo obiettivo in mente, ucciderli. Perchè? “Perché eravate in casa”.

Punto forte di questo film è sicuramente il senso di impotenza che il regista riesce a trasmettere. La coppia si ritrova come moscerini nella tela di un ragno, senza nessuna via di fuga. Un consiglio? Chiudetevi in casa prima di iniziare a guardarlo, potreste avere il dubbio che qualcuno possa entrare.

THE OTHERS (2001)

theothers

Sono particolarmente affezionata a questo film, ormai diventato uno dei cult del genere horror, seppur non troppo vecchio con gli anni. Ed è d’obbligo inserire una storia di fantasmi come si deve in una lista di film dell’orrore consigliati!

Diretto da Alejandro Amenábar, il film racconta la storia di una famiglia che passa le sue giornate in una casa su un’isola tra l’Inghilterra e la Francia, subito dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Grace è una vedova di guerra con due figli, Anne e Nicholas. In un giorno di nebbia, si presentano alla loro porta tre domestici, venuti per rimpiazzare i precedenti che se n’erano andati in fretta e furia, senza dire una parola.  Nel mostrare loro la casa, Grace ricorda una regola fondamentale: una porta non va mai aperta prima che l’altra sia stata chiusa. Ma i domestici conoscono l’abitazione, ci hanno già lavorato tre anni prima. Tra le mura della magione si nascondono dei segreti. Grace manifesta una personalità molto rigida e sembra soffrire di continue emicranie, mentre Anne afferma che in casa, oltre al fratello, c’è un altro bambino.

Per me The Others risulta essere uno di quei film horror che vanno visti almeno una volta. Oltre a Nicole Kidman, che interpreta Grace in maniera spettacolare, i colpi di scena presenti in questa pellicola del 2001 sono ottimi.

TRICK ‘R TREAT – LA VENDETTA DI HALLOWEEN (2008)

tricktreat

Perché non inserire un film a tema Halloween nel vero spirito della festa? Consigliarvi Halloween mi sembrava troppo scontato, quindi ho optato per un film poco conosciuto ma altrettanto carino: Trick ‘R Treat.

La storia di questo film di Michael Dougherty è davvero particolare, a tratti anche buffa. Presenta infatti cinque storie parallele tra loro, che si intrecciano proprio durante la notte di Halloween. Tra strane creature, serial killer e lupi mannari, questo film è perfetto come titolo d’intrattenimento, risultando spaventoso e allo stesso tempo divertente.

1408 (2007)

1408

Poteva non entrare nella lista? Certo che no. Mikael Håfström ancora una volta ci regala un horror ricco di suspance e dalla storia drammatica.

Tratto dall’omonimo racconto breve di Stephen King, 1408 racconta la storia di Mike Enslin, scrittore di successo specializzatosi nella ricerca di fenomeni paranormali. Ancora in lutto a causa della morte della figlia affetta da leucemia, si aggira per diverse location conosciute per essere da brivido. Tuttavia Mike ha smesso di credere nell’esistenza dell’aldilà, soprattutto per la mancanza di prove dell’esistenza degli spiriti. Le cose cambieranno all’arrivo di una cartolina che gli suggerisce di prendere alloggio nella stanza 1408 dell’Hotel Dolphin a New York. La camera vanta un passato decisamente macabro: nel corso degli anni sono morte al suo interno 56 persone, molte delle quali per morte violenta. Mike riesce a convincere il proprietario dell’albergo, che a malincuore accetta di farlo alloggiare, senza dimenticare di ricordargli un dettaglio importante. Mai nessuno ha resistito più di un’ora vivo fra quelle mura.

La claustrofobia di questo film gioca un ruolo fondamentale, racchiudendo lo spettatore in una camera diabolica dalla quale sembra proprio non esserci scampo. Nonostante i colpi di scena da spavento, riesce anche a raccontare una storia drammatica e commuovente, seppur spettrale.

HEREDITARY – LE RADICI DEL MALE (2018)

hereditary

Concludiamo con il film che mi ha lasciata disturbata a livelli estremi, Hereditary. Uscito da poco nelle sale cinematografiche, il film di Ari Aster mi ha lasciata incollata allo schermo quando tutto quello che desideravo fare era scappare. Ciò che spaventa è soggettivo, ma questa pellicola ha un che di angosciante al suo interno che penso possa toccare le corde della paura di chiunque (dunque se siete sensibili, vi prego, lasciate perdere e andate a guardate un cartone animato).

L’equilibrio della famiglia Graham viene interrotto alla morte della nonna Ellen, una donna che aveva fatto dei misteri tutta la sua vita. Mentre la figlia Anne cerca a suo modo di elaborare il lutto della madre, nella casa dei Graham cominciano a succedere avvenimenti bizzarri, che sembrano presagire qualcosa di oscuro. Al centro di tutto sembra esserci la figlia Charlie. Basterà una piccola distrazione per far cadere la famiglia nell’orrore di una verità tenuta nascosta per tanto, troppo tempo.

Sicuramente si tratta di uno dei film di questo genere meglio riusciti di questi tempi. La colonna sonora, a tratti completamente inesistente, ci lascia sul filo del rasoio per ben due ore piene, nelle quali assistiamo a un crescendo di pathos e orrore che pochi film ci hanno saputo regalare.


 

Questi sono i sei titoli che mi sono venuti in mente, ma la lista potrebbe essere davvero infinita (e sicuramente mi sto dimenticando di qualche titolo molto importante, ma non possiamo far diventare questo articolo chilometrico come i rotoloni Regina).

Spero di avervi portato qualche spunto per passare al meglio la notte più paurosa dell’anno!

Advertisements